• Quanta ACQUA consuma quello che mangio? - (dettoChiaramente.it)

Quanta ACQUA consuma quello che mangio? 

Piramide alimentare: consumo idrico dei vari cibi che mangiamo

 

Ho trovato questa immagine mentre guardavo la piramide alimentare per l'articolo sulla carne di mucca

...Devo dire che fa piuttosto effetto (se non l'hai guardata bene scorri in su e guardala).

A maggior ragione se avete provato, anche solo di poco, ad approfondire il "PROBLEMA" dell'acqua. 

 

Alcuni non sanno nemmeno che l'acqua sia un problema,
perchè a scuola ci hanno spiegato "che tanto l'acqua gira" ed è sempre la stessa.

"Ma come Chiara, stà vedere che adesso mi dici che non è così..."

 

Certo, per girare gira, ma... manca un piccolissimo particolare.

L'acqua che abbiamo oggi è nella stessa QUANTITA' che c'era millenni fa, cambia forme, si sposta, gira, evapora, piove, viene bevuta, viene (ehm), viene depurata, va nei fiumi, nei mari, torna alle nuvole, poi alle falde, ecc.... 

E' sempre la stessa che gira.

Magari hai di fianco a te una bottiglietta o un bicchiere, e prima di arrivare da te quell'acqua chissà che giri ha fatto, chissà quante cose ha visto nella storia, è affascinante pensarci...

 

"Ma quindi, qual'è il problema?"

 

Il problema è che dire Acqua...
è diverso da.. dire ACQUA POTABILE.

 

La  percentuale dell'acqua potabile sulla terra è piccolissima 

solo il 3% di tutta l'acqua che c'è sul pianeta, (ma 2/3 di questa è bloccata nei ghiacci).

Scusate, vi faccio vedere col disegnino quant'è un 3% (secondo me il grafico l'ha pure allargato), 

così a vederlo capiamo quanto c'è da spaventarsi e da muovere il c... alla svelta:

 

3 per cento grafico torta

 

 

Ecco... immaginate che quella fettina lì ce la dobbiamo dividere tra tutte le persone che siamo sul pianeta?

 

La cosa vi impressiona?  

Beh, era giusto per non dirvi anche che... "bloccata nei ghiacci" vuol dire che quando si scioglie la perdiamo in mare (quindi ne resta SOLO l' 1%!!!)

e oltre a tutti noi, c'è da dividerla pure con gli animali allevati (adesso hai ancora tutta questa voglia di mangiare bistecche?),

e in più la stiamo buttando via (prelevandola dalle falde!!!) per irrigarci i campi,

(che coltiviamo con TECNICHE IDIOTE che sprecano l'acqua senza nessun ritegno e che sono soprassate da anni, e che vengono tenute in piedi e tramandate solo perchè se no le multinazionali che oggi fanno soldi sulla pelle dei contadini mandandoli in rovina non potrebbero più esistere. Mentre ci sarebbero tutti i mezzi per far si che loro coltivassero fin da domani con tecniche completamente diverse e un uso dell'acqua che darebbe infinitamente minore (oltre che senza indebitarsi fino al collo tra mutui per trattori costosissimi, sementi, concimi, diserbanti, antiparassitari e altre schifezze).

Tutto questo meccanismo è pura FOLLIA.... 

 

L'acqua sul pianeta non finirà mai, quindi...  

ma il problema è che stiamo inquinando quel 1% potabile!

Quella che ancora non è inquinata dovremmo conservarla COME ORO, invece...
magari l'hai usata un'ora fa per tirarci lo scarico in bagno.

(Ed era quella potabile!!! Mica riciclata dai piatti o dalla doccia...).

 

"Ma scusa, continua a piovere come ha piovuto per millenni,
...non si ricaricano le falde?"

No. Le falte non si "ricaricano".

Bel casino!

Per 3 motivi:

Anche oggi piove si.... ma peccato che cade sull'asfalto, sul cemento,
e anzichè ricaricare la falda e purificarsi attraversando il suolo, si incanala nel tombino e ricarica le fogne. Punto.

Non se la beve nessuno.

Anche per questo il consumo di suolo è un problema (non solo perchè ci sarà meno spazio per coltivare e più persone da sfamare).

 

"Ma oggi ci sono ancora tanti campi... quella andrà ben giù nelle falde, o no?"

 

Certo, ci va... però trascinandosi dietro tutti i nitrati che ci sono adesso sui campi coltivati, li prende e li tira giù... così quando arrivano i tecnici che gestiscono i pozzi per gli acquedotti (come succede qui ai piedi dell'appennino, sentito dire dal nostro tecnico in persona durante una serata) devono compensare buttando dentro sostanze per ribilanciare l'acqua, perchè così com'è adesso è rovinata e non si può più bere come prima, mentre in passato bastava giusto un pò di cloro per eliminare i batteri che possono esserci in modo naturale, ma l'acqua era pulita... 

 

Non chiedetemi cosa succederà quando le sostanze che usano adesso per "correggere" l'acqua inquinata non basteranno più a correggerla... penso che a quel punto dovranno dichiararla non più potabile, non potremmo più usarla nelle case e forse ci faremo la pasta sprecando l'acqua in bottiglia. E, per lavarci, non ne ho davvero idea. 

 

Altra cosa da considerare è questa:
mentre nelle falde arriva MENO acqua di prima,
c'è un secondo problema: le SVUOTIAMO sempre più alla svelta!


perchè aumentano le case... aumentano le persone... aumentano le docce... le pentole d'acqua... gli sciacquoni in bagno... i consumi d'acqua delle industrie... bisogna coltivare sempre di più e innaffiare buttando tonnellate di acqua (innaffiano anche a mezzogiorno in estate quando evapora, ma perchè non li multano!?!? le falde sono di TUTTI, mica del privato che ha un pozzo!), e così finisce che

l'acqua che noi stiamo usando è DI PIU'
di quella che c'è sotto terra
.

Per cui, fate un pò il conto...


Non so voi, ma...
io ho già iniziato a ridurre lo spreco in tutti i modi possibili.

 

Perchè mi chiedo che diritto ho io di sprecare un'acqua 
a cui hanno diritto anche le generazioni che oggi sono bambini
(e non sanno che gliela stiamo finendo!).

 

E, dulcis in fundo, per darvi tutti gli estremi del problema:

finito il petrolioindovinate...

per cosa si faranno le guerre?

:-[

 

 

...Sicuri che non è il caso di pensarci adesso?