• La PORTULACA non si estirpa: si mangia! - (dettoChiaramente.it)

La PORTULACA non si estirpa... si mangia!

Immagine introduttiva di pianta (la mia portulaca)

 

Stasera ho scoperto un'altra cosa che non sapevo. La portulaca è commestibile. Sia cruda che cotta.

Ma il bello è che nessuno lo sa, perchè abbiamo la pessima abitudine di chiamare genericamente "erbacce" tutto ciò che non rientra nel classico e innaturale "pratino inglese" (che da noi nn dovrebbe nemmeno esistere) senza sapere che intorno a casa abbiamo un universo di specie e di piante interessanti, evolutesi nel corso del tempo, che hanno un sacco di usi e proprietà curative e che sarebbero tranquillamente commestibili come l'insalatina che ci mettiamo nel piatto.

Così succede che, chi se la trova nell'orto, nel giardino o nel cortile, di solito la estirpa, con tutte le sue belle proprietà, e la butta via tra i rifiuti.
(....Nooooo.....) 

Non ti pare uno spreco? 

Chi poteva immaginarselo però? Quello che manca infatti, è più che altro la "conoscenza" di queste specie, che al giorno d'oggi non è per niente diffusa, e diamo per scontato che se una cosa non la troviamo al supermercato allora non è mangiabile. Vediamo se anche col mio Blog riesco a dare un contributo per cambiare questa tendenza e fare un pò di cultura al proposito, articolo dopo articolo.

Tornando alla Portulaca, questa estate l'avevo vista per terra, mi era sembrata simpatica, con queste foglioline grasse in stile Mordillo... per cui l'avevo presa sù e me l'ero trapiantata nell'orto, ma così.... tanto per bellezza. E cosa scopro oggi??? Che questa operazione, fatta così di istinto, in realtà era anche giusta. Infatti: si mangia!

Buono a sapersi.
 "Buono" in tutti i sensi, si potrebbe dire.. ;-)

 

ASPETTI INTERESSANTI

Ci sono alcune cose della Portulaca piuttosto interessanti. Guarda qui che spettacolo:

  • è ricca di Omega 3 (quelli che ci sono nel Salmone e che fanno bene, per intenderci, ma pure in altri vegetali)
  • colta al mattino ha un sapore diverso che alla sera (che è più dolce), per i processi che fa durante il giorno
  • si può utilizzare in numerose ricette, sia cotta che cruda
  • contiene carboidrati, proteine e sali minerali

ATTENZIONE PERO' A...

Oltre a queste ed altre cose che puoi leggere nell'articolo che ti segnalo qui sotto,
ci tengo ad avvisarti che dovrai avere un'attenzione particolare al LUOGO doveraccogli la Portulaca: deve infatti essere lontano da qualsiasi fonte di inquinamento (strade, impianti, aereoporti, ferrovie, inceneritori, ecc...) perchèassorbe i metalli pesanti, come fanno spesso le piante.
Quindi, in città (o in campagna ma lungo le strade) guai a pensare di raccoglierla. 

In compenso, fa veramente tantissima semente, la trovate alla fine dei suoi rametti, in piccole capsule che sono verdi come le foglie, sembrano foglie ma in realtà dentro hanno un sacco di semini neri. Mal che vada prova a prendere quelli, insieme ad un pochino di dovuta pazienza, e prova a coltivateli in un ambiente protetto, o nel tuo orto se ce hai in una zona bella pulita e sicura.

 

APPROFONDIMENTI

Ti consiglio, per approfondire l'argomento, questo utile articolo che ho trovato in rete:
http://quanticmagazine.com/archives/07/06/2014/la-porcellana-una-nobile-e-gustosa-erba-infestante
In esso trovi non solo tanti altri particolari in più, ma anche (verso la fine) delle ottime ricette per gustarla una volta che l'hai raccolta.

Se conosci altri articoli interessanti sulla Portulaca, segnalali nei commenti qui sotto, così diventeranno disponibili anche per gli altri lettori del blog.

Ciao e...

...ALLA PROSSIMA ERBA SPONTANEA!