• I bruchi verdi divoratori - *dettoChiaramente.it*

I BRUCHI VERDI divoratori.. ta-dan!

bruco verde, falena

 

C'era una volta... una bella piantina. Una portulaca gigante che avevo "salvato dalla strada" (diciamo così) e che adornava il mio davanzale. Un giorno passo... e la vedo triste... poi ripasso... e la vedo ancora più triste... poi mi metto a guardarla con più attenzione...

...e non capisco per quale motivo ogni giorno ha sempre meno foglie. E stavo andando in paranoia pensando che non ero capace io di curarla... :-[

 

UN BEL GIORNO ECCO CHE...

Controlla e ricontrolla, una mattina.... cosa scopro???

AAAAAAHHH! UN ASSASSINOOOO!!!!

Trovo questo bel signore tutto vestito di verde, che si mangiava tranquillamente le foglie della mia piantina adorata. 

bruchi verdi, foglie mangiate, falena, larva

Eeeeeeeehy!!! Tu che ci fai lì????

Gli dico avvicinandomi con aria minacciosissima....

Al che, visto che comunque ho l'animo troppo tenero per prendere la decisione di schiacciarlo, e nemmeno posso lanciarlo dalla finestra (sai mai che si riproduce e me ne trovo il doppio...), vado a prendere una scatoletta trasparente, ci metto un pò di paglia, e metto in prigione il nostro assassino di piante.

Qui lo vedete che si ambienta...

bruco verde, falena, larva, foglie mangiate

Dopo di che, caccia aperta in tutta la pianta, alla ricerca di altri terribili killer. Ne ho trovati 3. (Vedi in apertura articolo la foto di gruppo...).

 

MANGIANO UN CASINO!!! (QUASI COME ME)

E quindi, mi trovo lì, con una pianta mezza smangiucchiata da una parte e 3 bruchi dall'altra. Cosa faccio? 

Ho pensato quindi di provare a tenerli e vedere che succede. Nei giorni successivi, gli ho dato qualcuna delle foglie più bruttine della pianta, e anche di altre piante, per fare un pò di esperimenti e capire. 

Ho scoperto che mangiano praticamente quasi tutto, anche altre piante, anche il cavolo, e pure la cipolla!!! (Senza ritegno, proprio..). Per cui insomma, se sono in libertà di danni riescono a farne parecchi.

Se avete foglie molto mangiate e volete capire se sono loro, è facile saperlo, perchè dopo aver mangiato lasciano in giro un pò di... ehm.. regalini... tipo quelli scuri che vedete sul ramo nella foto in alto. Fanno un sacco di cacca ovunque quindi se la vedete può darsi che ci siano loro.

Se invece avete foglie mangiate e sbrilluccicano di bauscia, allora sono le lumache. (Che non è che siano tanto meglio, anzi).

Dopo qualche giorno però, hanno smesso di mangiare. Prima uno e poi l'altro, hanno iniziato a tirare un filo, un altro filo, un altro filo... e a farsi una nuvoletta tutt'intorno, per poi fermarsi, rimpicciolirsi un pò, e cambiare completamente colore da verde brillante a marrone scuro.

....Ohhhhhhhhh....

Beh, non guardo mai la TV, almeno mi son vista uno spettacolo dal vivo che sicuramente è ben più interessante dei programmi Rai o Mediaset.

 

E POI COM'E' FINITA???

Che, diventati bozzolo, son rimasta lì come una pirla che non succedeva più niente.

Allora mi son chiesta: ma non è che sto qui ad aspettare e magari per schiudersi ci vogliono 3 mesi??? Così mi sono messa a fare una ricerca per capire cosa fossero, e soprattutto che tipo di farfalla ci veniva fuori.

Confesso un pò di delusione, già pensavo nel mio immaginario ad una farfalla stra-colorata e irridescente tipo tropicale con apertura alare di 1-2 metri.. niente. Una semplice falena marrone, di quelle che trovi sui muri di giorno che stanno ferme :-[

.....Nooooo.......

In compenso però, sono riuscita a beccare in diretta una fase davvero emozionante, cioè uno degli attimi in cui, forse essendosi già trasformata e stando stretta nel bozzolo, inizia a muoversi per iniziare a romperlo ed uscire.

Vi metto qui sotto il video di uno dei momenti che sono riuscita a filmare. Capisco che nei documentari c'è tutta la storia dall'inizio alla fine, ma forse i tizi che stanno lì sdraiati a filmarsi 2 settimane di riprese magari vengono anche pagati per farlo, io un pò meno, quindi mi son fatta gli affari miei e se il bruchino si muoveva cercavo di prendere la fotocamera a razzo. 

Così, non ho il momento finale della trasformazione perchè la farfalla è uscita di notte (...noooooo....) me la sono ritrovata al mattino che mi guardava con uno sguardo tipo "e io che cacchio ci faccio qui dentro???".
E quindi l'ho liberata (da brava furba, così l'anno prossimo me ne mangiano 5 di piante... :-( Vabbèh, purtroppo ho il cuore morbido, come le palline di cioccolato della Lindt...).

 

(appena riesco vi carico il video, prima lo dovrò montare, così ci aggiungo davanti anche le foto dei bruchi... se no si vede un coso piccolo e brutto che sgomita e non si capisce cosa sia. Però vi assicuro che è emozionante, perchè con buona probabilità non avrete mai visto questa scena in vita vostra, quindi val la pena..)