• SERRA fai-da-te a costo zero che tutti possono fare in 10 minuti! - (dettoChiaramente.it)

Serra fai-da-te a costo zero
che tutti possono fare in 10 minuti!

Hai bisogno di una mini serra fai da te per le tue piante? Vuoi costruirla velocemente e a costo zero? Ecco 2 modelli: la serra costruita con i pallets e la serra fatta con le cassette di plastica! 

Vediamole nel dettaglio...

Serra fai da te costruita con i pallets (o bancali)

Si costruisce in pochissimo tempo. Vi serviranno:

  • 2 o 3 pallets o bancali
  • un telo per coprire il tutto (cellophane o tessuto-non-tessuto)
  • un sistema di chiusura (qualche molletta da bucato, o dei morsetti, o scoc da pacchi, o corde... quello che riuscite a recuperare)

 

Dove costruirla?

Nel video, la vedete sul marciapiede di casa perchè tra poco arriveranno le nevicate, ho quindi sfruttato un punto dove il bordo del tetto potesse evitare il più possibile l'accumulo di neve. Inoltre la parete è a sud, quindi esposta al sole e riesce a scaldarsi meglio durante la giornata.

Se usate il pallets sul pavimento, può venirvi utile lo spazio che si crea al di sotto del piano (che si può coprire di cartone, se avete vasetti piccoli, così non finiscono nei buchi tra le assi, che sono belli larghi), sotto potete usarlo come ripostiglio, per mettere forbici, guanti, stracci, palettine, bastoni, legacci, attrezzi da lavoro, e bottiglie d'acqua per innaffiare).

Se invece usate il pallets sull'erba verde, il consiglio che vi dò e di usare i 10 cm sotto come compostiera, in questo modo aumenterà leggermente il calore della serra, e quando smontate avete già il terriccio per concimare l'orto. Vi ricordo che, per fare compostaggio, il segreto è avere una parte (maggiore) di materiale secco (foglie o erba secca) e una parte (minore) di materiale fresco, cioè erba verde, foglie verdi, scarti di cucina. In più serve umidità, ma quella in serra ci sarà naturalmente.

 

Come costruirla?

La cosa più importante è fissare, in un qualche modo che vi viene facile, lo spigolo in alto. Dovete evitare che i due bancali possano scorrere uno sull'altro, perchè il tutto si chiuderebbe poi a terra, finendo sulle vostre piantine che diventerebbero polpette... Quindi fissateli con della corda, con dei chiodi, con ciò che avete a disposizione.

Nel video, vedete anche una cosa scura sulla punta della serra: dove c'è lo spigolo io ho messo un pezzo nero di gommapiuma, perchè avevo paura che il pallets mi bucasse il cellophane, che vorrei invece riutilizzare in futuro.

Nota: quando spostate i pallet per portarli al punto dove volete costruire la serra, non sollevateli con la schiena, perchè sono pesanti e comunque non ce n'è bisogno.
E' molto meno faticoso farli rotolare, lato dopo lato fino al punto in cui dovete montarli (con i guanti, mi raccomando, se no potete scheggiarvi!!!), oppure se siete sul prato potete tenerlo frontale a voi, prendendolo con le mani sui lati, e farlo ciondolare a dx e sx, tipo "pallets ubriaco", e intanto che ciondola da uno spigoletto all'altro spigoletto, lo fate leggermente ruotare. Il movimento è simile a quello di un bambino che inizia a camminare e gli si tiene le mani. Voi invece tenete il pallets. Il peso però si scaricherà a terra... non sulla vostra schiena ;-)

 

 

Serra fai da te costruita con le cassette di plastica

Questo è uno dei tanti modelli che sto ideando in questi giorni. E' la versione più piccola e più veloce, che oggi riuscivo a fare.

Come spiegato nel video, per fare questa serra dovete prendere tante cassette quant'è l'altezza che vi serve. La potete calcolare

  • in base alle piante (es. ho un alberello da frutto, e faccio la serra alta come lui)
  • in base all'ingombro che volete ottenere (es. ho un angolo in balcone, vorrei usarlo per mettere lì tutte le mie piantine, che sono basse)

Nel secondo caso, potete togliere o lasciare a piacere i vari fondi delle cassette, anzichè toglierli tutti e fare una "scatola unica" come ho fatto io (in realtà, ho appoggiato sopra un'ulteriore cassetta, più stretta e alta, perchè avevo un'altra pianta, bassa, da riparare). Ipotizzando che avete una serra come semenzaio o germogli appena spuntati, potete anche non tagliare nessuna cassetta e semplicemente impilarle.

Le varianti sono tante, e in commercio esistono cassette di dimensioni diverse. Anche come colore, non sempre sono nere, ci sono anche verdi, gialle, bianche... l'ortofrutta ve le regala con piacere perchè è obbligato a buttarle via, gli agricoltori non le possono riciclare (che legge immonda!!! Ma si può??), nemmeno riprendersi quelle che vengono dalla loro stessa ditta (vabbèh, la chiudo qui, che poi mi arrabbio..).

Perchè le cassette di plastica e non quelle di legno?

Avete presente quando eravamo piccoli? C'era il gioco con i legnetti colorati da mettere uno sull'altro e costruire i castelli, le casette... e con quelli via cadeva sempre giù tutto, mentre quando usavate i Lego (grandissima invenzione nella storia umana! :-D ) stavano tutti belli fermi ficcati l'uno nell'altro, che ci facevate anche una mega colonna alta come voi, almeno finchè non entrava in camera il fratello o sorella di turno, con la mission implacabile di spezzarla subito in due. Alzi la mano a chi non è successo.
(No... Tu sei figlio unico, non vali!)

Comunque la differenza è quella, le cassette di plastica "si incastrano" con un apposito sistema, l'una dentro l'altra in verticale, e sono molto molto solide. Mentre quelle di legno sono liscie, ovvio che le potete impilare ma non avete nessuna garanzia rispetto ad una qualsiasi spinta che le sbilanci di lato (es: boffata di vento). Potete anche prendere un listello di legno e piantarci dei chiodi per fissarle, il problema è che poi dovete lasciarle così per sempre perchè non si smontano più. Mentre le altre potete fare e disfare all'infinito tutte le volte che vi servirà.

Altra cosa (che vale anche per i pallets!) quando portate a casa vostra del legno, vi state tirando in casa tutto ciò che esso contiene. Parlo non solo di sostanze che possono essere finite anche sopra il legno, ma anche di eventuali animali, larve, parassiti e quant'altro potrebbero essere dentro il legno. Considerate che tanti disastri che la globalizzazione ha fatto spostando parassiti e batteri da un posto all'altro è dovuto anche a tutto stò gran movimento di pallet, dove facilmente possono annidarsi larve e insetti. Per cui, con tutto ciò che è legno, massima cautela. Anche se, in sostanza, vale poi la legge che si usa in maggioranza nei casi della vita, cioè andare a culo sperando in bene! :-D

Comunque, facendo la serra con le cassette di plastica, basta che gli date una lavata (voi, oppure sotto una bella pioggia) e una bella spazzolata con una scopettina, una spazzola o smontando il pezzo della scopa con le setole. 

Nel manovrare le cassette, usate i guanti, perchè i bordi, se la plastica non è rifinita bene, fanno un pò male alle mani. Ma per i veri duri si può fare anche senza. 

 

E quando abbiamo tolto via i fondi?

Dopo che avete tagliato i fondi, vi rimarranno le griglie. Potete usarle come tutori nell'orto o per i rampicanti. Se non vi piace il nero... li colorate e via! ;-)

State attenti a tagliare bene a filo, così non rimangono spuncioni che possono farvi male. Nel caso, se avete timore di scordarvene, forse basta una passata di accendino per arrotondarli un pò. Io non l'ho fatto perchè non ho problemi che ci vadano accanto bambini o che aprano la seretta altre persone.

 

Una considerazione per togliervi il sonno...

Cosa cercate voi di inverno? Un posto dove stare al caldo. Beh, non pensate di essere gli unici. Anche in natura tutte le bestioline e animaletti cercano di scaldarsi come possono. Quindi nel momento in cui create questo posticino caldo, aspettatevi che diventi rifugio di tutti gli esserini che riusciranno ad entrarci. Siate pazienti, che voi avete i termos e il piumino addosso e loro no. 

Un'altra considerazione è che "per le piante non esistono le stagioni". Ma come? direte. Si, è così. Per le piante non esiste "adesso è inverno anche se in casa ho 20 gradi". Non hanno il calendario loro. Se ci sono 20 gradi è primavera, punto e chiuso. Perchè per loro le stagioni sono questione di temperatura. 
Per cui, se una pianta cambia temperatura, per lei la stagione è cambiata. Vale anche quando era al freddo polare fino a ieri e poi, di punto in bianco, si trova in serra. 
Questa cosa la usano anche con i semi, li mettono in frigo per fargli pensare che è inverno, poi li tirano fuori, e loro pensano che sia primavera e vengono fuori. Poi invece si trovano fregati perchè invece chissà che stagione è... -_-

Tipo come a me che un pò di settimane fa (siamo a dicembre) mi sono spuntate le zucche, i peperoni (colpa dei semi finiti al calduccio in compostiera) e adesso mi sta crescendo pure un'asparago perchè per paura delle gelate ho mezzo le zampe in casa e forse han sentito i termosifoni... :-D

 

Domande?

Fatevi sotto con i commenti, chiedetemi pure tutto quello che volete,
o se siete creativi aggiungete delle varianti a queste 2 idee!

Se siete iscritti al Blog e al Canale You-tube, sarete avvisati appena pubblico le prossime serre,
che ora ho messo su carta, in un quadernino che ormai straripa di disegnetti cervellotici alla Leonardo ;-)

 

 

Mostra queste 2 serre
anche ai tuoi amici! ;-)

condividi