• Il MACERATO di ORTICA: utile per un sacco di cose! - *dettoChiaramente.it*

IL MACERATO DI ORTICA
UTILE PER UN SACCO DI COSE!

 

L'ortica, nonostante le punturine urticanti e al di là del fatto che ci si faccia un risotto fantastico, è utilissima anche per altre cose, tra cui la realizzazione del macerato di ortica, che è un fertilizzante naturale fai-da-te ricco di sostanze che fanno benissimo alle piante, aiuta la pianta a difendersi dalle malattie, e a svilupparsi (è anche un ottimo attivatore per il compost) e tiene lontani i parassiti (..voi ci stareste su un'ortica?)

 

Oggi facendo un giro in campagna ne ho trovate tantissime, che vorrei prendere e utilizzare. Eccomi quindi a studiare usi e proprietà. 

Questa qui nell'immagine è la mia temutissima "ortica da guardia" (non avendo il cane nè le oche, mi attrezzo come posso...) fotografata quand'era piccola. Adesso è cresciuta, ha più foglie ed è diventata più alta. Sta anche facendo i semini.

 

MATERIALI DI STUDIO

In attesa di riassumervi la valanga di motivi e di usi per cui utile il macerato di ortica, vi indico 2 articoli fantastici:

Agribionotizie
Uso dei macerati di ortica
http://www.agribionotizie.it/uso-dei-macerati-di-ortica-2
Articolo molto ricco e dettagliato, che da anche qualche informazione in più sul macerato e i suoi processi, oltre che sul composto finale ottenuto.

GreenMe
Come preparare il macerato di ortica per l’orto:
http://www.greenme.it/spazi-verdi/radici/1179-macerato-ortica-orto
Questo articolo è ottimo per capire i benefici e gli usi, e per preparare il macerato di ortica

 

IL MIO MACERATO DI ORTICA

Alcuni giorni dopo avere scritto il testo qui sopra, ho iniziato a realizzare anch'io il macerato di ortica. Vediamolo passaggio per passaggio:

 

1 - RACCOGLIERLE

Per raccoglierle dovete avere: pantaloni lunghi, stivali (se il luogo è frequentato da bisce, non si sa mai, brrr...) ma anche per evitare graffi o problemi di qualsiasi genere. Maglietta maniche lunghe, guanti (vanno bene anche quelli normali da cucina).

Così bardati non avete nessun problema che le ortiche vi pungono, mentre avrete invece quello (me ne sono accorta sul posto) che se vi sporgete per prenderle rischiate di finire anche voi nel fosso :-D
Al proposito potete portarvi dietro un'amico o famigliare che con un bastone le avvicina a voi. Non potete farlo voi perchè avete già 2 mani occupate, una che tiene l'ortica e l'altra con la forbice che la taglia. Così, io che non avevo nessuno con me, ho preso solo quelle sul bordo, ma tanto ce n'erano in quantità industriale...

Non ho idea di quali parti andassero raccolte, ma visto che sono una persona sensibile ho pensato di non prendere tutta l'ortica intera (e quindi farla morire) ma solo le punte, così sotto l'ortica ributta e continua a vivere. Già che c'ero ho tenuto poi qualche ortica e ho provato a fare una talea, vediamo se attacca. Così le pianto direttamente da me (già me la sento mia madre che mi urla dietro...) così le ho comode e non devo più andarle a cercare.

Ultimo consiglio: per raccoglierle è utile se vi portate dietro una cassetta (o un cartone), così ha una bella apertura e ce le potete buttare dentro stese per il lungo e fate prima. Io avevo una comune borsa di carta, un pò rigida, ma poi c'era da fare centro ogni volta per metterci dentro l'ortica tagliata...

 

2 - TRITARLE A PEZZI PICCOLI

Dopo averle raccolte, le tagliate (io ho usato una forbice, ma magari con un tagliere e un bel coltellone lungo si fa prima...). Mentre che le prendevo per tagliarle ho guardato anche di togliere foglie gialle, o con ragnatele e le ho scosse per far andar via formiche o chioccioline o quant'altro, così non son finiti nel macerato pure loro...

Le foglie che erano da buttare poi le ho messe nell'orto, che fan bene comunque (almeno credo..).

Macerato di ortica | www.dettochiaramente.it/verde

 

3 - METTERE IL TUTTO IN UN SECCHIO PIENO D'ACQUA

Ora che le avete tritate, mettetele in un secchio d'acqua. In realtà dovreste organizzarvi un pò prima e raccogliere dell'acqua piovana, perchè non deve esserci cloro. Io ci ho provato ma ne ho raccolta poca (mezzo litro) perchè ha fatto solo due goccie e ha smesso, quindi ho riempito il secchio prima di iniziare il tutto, così che il cloro evaporasse. Se voi avete tempo riempitelo la sera prima.

Prima di metterle nel secchio le ho anche schiacciate con le mani (tipo quando fate una pallina con la carta) e poi pestate bene nell'acqua con quel cucchiaio che vedete nella foto, in modo insomma che il succo possa poi uscire il più possibile. 

Macerato di ortica | www.dettochiaramente.it/verde

Guardando la foto sotto penserete: "ecco come viene alla fine". Ebbene no, mi sono stupita a vedere che tutto questo succo, che sembra quasi tè nero, viene dopo appena 5-10 minuti che sono dentro. Fantastico... E chissà come è ricco di belle sostanze dentro...

Macerato di ortica | www.dettochiaramente.it/verde

Alla fine ho messo il secchio in un posto all'ombra, e ci ho messo sopra una retina tipo zanzariera e poi anche del cartone. 
In realtà non sapevo cosa metterci, l'ideale sarebbe stato avere uno straccio o una maglietta vecchia da legare tipo tappo sopra al secchio, in modo che passi bene l'aria, volendo anche l'acqua piovana o la rugiada, ma non gli insettini. 

Ora aspetterò e.... vi saprò dire come è venuto ;-)

 

4 - LASCIARLO A BAGNO PER 15 GIORNI

Eccomi qui ad aggiornare! Oggi sono salita di nuovo alla "Collina di Chiara" e ho guardato come sta venendo il macerato.

Che puzzaaaaaaaaa!!! E' un gran puzzone di prima categoria, però c'è da dire che ha un ottimo aspetto. Non l'ho ancora filtrato, ora cercherò di capire come fare. Ecco la foto di come sta venendo:

macerato di ortica | www.dettochiaramente.it/verde

Una precauzione importante, è quella di coprire il secchio, magari addirittura con del tessuto (es. una vecchia maglietta da buttare o uno straccio, legato come coperchio) in modo che gli animali non ci vadano dentro, dai più grandi ai più piccoli, perchè si vede che questo macerato è proprio ghiotto e ci si fiondano a gogò...

Altra precauzione, deve essere lontano almeno 10m dalle abitazioni o da un qualunque luogo abitato o di passaggio, così da non dare fastidio.

 

5 - COME SI PRESENTA DOPO CIRCA UN MESETTO

 

 

 

 

Se ti sembra interessante questo articolo,
condividilo sui social!

condividi