La "falsa semina": tu sai cos'è? - (( dettoChiaramente.it ))

LA "FALSA SEMINA": TU SAI COS'È?

la falsa semina

Questa poi! Se ne impara sempre una nuova. Stasera guardando il calendario biodinamico per prepararmi ad un nuovo e felice weekend di lavoro nei campi, leggo "Lavorazione favorevole per la falsa semina".

La falsa semina??? E che è "la falsa semina"???

....Mai sentita davvero!

 

LA MIA FANTASTICA "INTERPRETAZIONE"

Al che ho iniziato a rotolarmi dalle risate a pensare alla scena del contadino che guarda il campo, prende in mano un seme, il campo guarda il contadino e pensa "ecco, ora mi semina", il contadino fa il gesto di buttare il seme.... ma in realtà fa lo scherzo e non lo butta.. hoo-oop!.... tipo come quando fai il deficente col cane che gli fai vedere che gli tiri la palla lontanissimo (e lui inizia a correre) e in realtà la palla l'hai tenuta in mano.
E immaginavo il contadino che giocava col campo a far finta di seminare... hoo-oop!... (e invece tiene il seme).... hoo-oop!... (e non lo molla).

Quando ho finito di ridere, dopo circa 15 minuti che imitavo la scena divertendomi come una matta, ne ho dedotto che era troppo ridicola come interpretazione per essere quella corretta.. 
...così, incuriosita "seriamente" mi sono incollata ad internet decisa a scoprire cosa fosse. 

E via di Google.

 

ECCO COSA HO SCOPERTO

Dagli articoli e spiegazioni sulla falsa semina che ho letto, ho capito che è una cosa che serve per limitare le infestanti. In pratica: il sistema è simile a quello che ho descritto (con un pò di divertimento in meno, via...), cioè tu prepari la tua Terra come se dovessi seminare, poi non semini (ebbene si, fai davvero la finta ;-) cioè non introduci i semi, che metterai invece più avanti nel tempo, però.... innaffi.

Che cosa succede?
Succede che, sistemando bene il terreno e innaffiando, inizia a nascere tutto ciò che c'è seminato, cioè semi volanti che ci sono volati sopra... semi da cacchette di uccellini o bestioline selvatiche... semi che erano presenti nel terreno. In sostanza: quel che deve nascere nasce. E nasce quando ancora non ci sono dentro i tuoi semini giusti. Quindi quando puoi intervenire liberamente senza paura di danneggiarli.

Poi, cosa devi fare?
Aspetti un attimo che ciò che è nato spunti bene e metta qualche foglia. Poi, con impietosa crudeltà, vai a estirpare tutte stè piantine piccole, tipo strage degli innocenti. 

In questo modo ottieni il risultato che quei germogli e piantine (che sarebbero nati in concomitanza con i tuoi semini adorati) non nasceranno più. Di conseguenza, quando nascono i tuoi semini hanno meno "concorrenza" intorno, e sono più tranquilli e meno disturbati nel crescere. E sei più tranquillo anche tu che ti sbatti meno ad andare a togliere le erbe spontanee nel corso del tempo.

 

UN TRUCCO

Una cosa che ho letto è che, dopo che hai fatto questo, guai a stare a rimescolare il terreno. Perchè? Beh, perchè i semi nati sono solo quelli dello strato più superficiale, ma sotto ce ne potrebbero essere ancora altri in agguato! Se tu li riporti in superficie mescolando il terreno, succede che anche loro prendono acqua e sole, e ti nascono come gli altri.

 

UN DUBBIO

Sarà che a fare stà strage degli innocenti proprio non mi ci vedo... mi chiedo: ma se la natura lì ci faceva crescere quelle piantine, non sarà mica che aveva un senso? O un'utilità? Visto che varie erbe spontanee hanno proprio un'influenza specifica e risanatrice per ogni determinato tipo di terreno...

Cioè... credo che noi spesso abbiamo un approccio "estetico" alla Natura, cosa che mi sento di affermare è sbagliato di principio, perchè la natura funziona per praticità, funzionalità, economia di risorse e di energia, efficienza... non per estetica, o meglio, non per l'estetica quella nostra. Perchè alla fine la Natura è anche bellissima, ma ha i suoi canoni, mica i nostri, che spesso sono piuttosto grezzi, poco fantasiosi, e spesso stupidi e poco funzionali. (Funzionali alla natura, al suolo, al sole, all'acqua, non funzionali al trattore che passa, che è un elemento estraneo introdotto da noi che con la natura centra poco e niente).

Cioè... noi siamo quelli che pensano che le piante devono crescere tutte in fila, ognuna separata dall'altra, incasellata, tutti gli ortaggi con il suo simile, le specie tutte divise in quadrettini o rettangoli nell'orto curati al millimetro... o i campi fatti di distese di monoculture che così tutti i parassiti di quella pianta la sentono bene a grandi distanze e arrivano a banchettare come fosse la sagra di paese. Ma quanto siamo stupidi?

E si che non ci vuole tanto a capirle certe cose..
Immagina cosa succede se prendi un bambino e lo tieni separato da tutte le persone diverse da lui. Crescerà debolissimo, fragilissimo, e male. Più invece sarà a contatto con cose diverse, più si arricchisce, più ha stimoli, più si fortifica. 

Anche nell'orto e in natura è così, se mischi famiglie di piante diverse, le piante sono più forti perchè ciascuna viene aiutata dalle altre (con l'ombra, con gli odori anti-parassitari, con la struttura fisica, con le radici e le sostanze rilasciate) e dà un suo contributo a loro o alla terra. (Prova a studiare le CONSOCIAZIONI).

E anche l'estetica del tutto in fila o dell'ortopulito-pulito con la terra nuda... è una boiata assurda.
Perchè il suolonudo in natura non esiste, esiste nel deserto (che infatti... è deserto mica per niente...) ma il suolo è sempre coperto, o da roba viva (erbe) o da roba secca (foglie, erba seccata), perchè è così che deve stare. In questo modo continua ad arricchirsi di nutrimento (perchè la roba a contatto col terreno umido si trasforma in compost e fertilizza) e mantiene l'acqua che riceve, anzichè farla subito evaporare.
Ma noi: no. Siamo dé coccio proprio. Altro che imparare da lei.
Vedi gli anziani che vanno all'orto ad innaffiare tutti i giorni, perchè "se no si secca". Ma magari è più secco il nostro cervello :-D perchè il terreno va sempre coperto, mai nudo, e vedrai che oltre a diventare più fertile, l'acqua che gli metti ci resta almeno 3 volte più a lungo!

 

CONCLUSIONI

Bene, scusate il pippotto, ma è sempre doveroso, perchè questa cosa l'han capita davvero in pochi, ancora.
Vi risparmio in compenso il pippotto sul fatto che "infestanti" è per me una parolaccia, l'unico vero infestante piuttosto è l'uomo, quello sì che fa davvero dei danni incalcolabili alla Natura, altro che le erbette spontanee.

Recentemente ho iniziato a studiarle (colpa della bancarella dei libri a pochi euro...non ho resistito e mi son presa un manuale fichissimo!), e devo dire che è un mondo stupendo. Davanti al naso abbiamo miliardi di piantine utilissime e non sappiamo nemmeno cosa sono, come si chiamano, e quanto potrebbero servirci. 

Giusto per raccontarvene una: mio papà soffre di asma, e ho scoperto che la Natura, nella sua infinita gentilezza, ci ha riempito il prato di casa proprio di erbe che hanno un effetto positivo sull'apparato respiratorio.
Che cosa dolcissima e commovente....

Ovviamente il prato viene sterminato da lui col decespugliatore ogni 15 giorni per tutta l'estate senza la minima pietà. o_O
Non so che pazienza abbiano stè povere piantine a continuare a ricrescere ogni volta. Se la natura fossi io, alla terza decespugliata che ricevevo ci mandavo come minimo una foresta di cactus spinosi :-D

Ok, dai... direi che il venerdì e la stanchezza dell'ufficio si fanno sentire... 
Concludo qui l'articolo, spero vi siate divertiti leggendomi e che abbiate imparato qualcosa di utile.
Nel caso, diffondete ciò che avete imparato, e se mi linkate sui social vi abbraccio forte forte, che il mio piccolo blog ha bisogno di crescere e in questo modo, o lasciando qui sotto un commento, lo aiutate.

Mi raccomando: questo weekend vi voglio tutti col semino in mano a giocare col campo e a far gli stupidi con la finta semina. Mandatemi i vostri video*, i più belli... giuro che li pubblico! 

Ciao a tutti e,
per chi si è iscritto agli aggiornamentiagli aggiornamenti,

ci sentiamo via mail!!!

Chiara