"NERO compost"... la Natura si veste elegante - (( dettoChiaramente.it ))

"Nero compost"
la Natura si veste elegante.

 

 

Oggi ho fatto un salto a trovare le mie "bimbe", per vedere come stanno e come procede il lavoro. Sto parlando delle mie (tante)compostiere, quelle che ho nella casa di collina e che, non si sa come mai, continuano a moltiplicarsi continuamente. Oggi ve ne mostro 3, di cui ho fatto le foto:

 

La (mini) CUBO-COMPOSTIERA 
fatta di cassette di plastica

 

compostiera a cubo cassette di plastica risultato

 

Questa compostiera è nata perchè volevo provare a farne una che sia fattibile facilmente per tutti, qualcosa di piccolo, che può stare in qualsiasi giardino, e fatta con un materiale facilissimo da trovare e da trasportare (non vi racconto i miei viaggi in cui ho trasportato i bancali ficcati dentro la punto per costruire le cubo-compostiere, quelle grandi da 1m cubo!!!).

Basta guardare l'immagine e capite facilmente come è fatta e come mettere le cassette.
Una volta in posizione, prendete un filo e le legate tra di loro (se ve la vedete male, mettete semplicemente un filo tutto intorno, facendolo passare dentro e fuori le cassette, e poi starà tirato quando la riempite.

Ah, quando l'avete riempita, potete decidere o di farne una a fianco, o di farne un'altra sopra. In questo caso, sarebbe bene che fosse appoggiata ad un muretto, o ad una rete solida, oppure mettete 4 bastoni sui 4 lati in posizione centrale, modo che stia più ferma se intendete mescolarla ogni tanto, se invece non la dovete mescolare penso basti appoggiarla sopra.
(Farò la prova quando questa si riempie e vi saprò dire...) 

Questa qui l'avevo iniziata da poco, credo al massimo 1-2 mesi, e ha già lavorato benissimo. Ho trovato vari lombrichi a far festa, e se apprezzano loro... è un buon sigillo di qualità ;-)

Oggi l'ho un pò aperta e mescolata, aggiungendoci anche le nuove foglie che ho raccolto.

 

Compostiera a cumulo in terra,
in un angolo della recinzione

 

compostiera angolo rete risultato

Questa che vedete, anch'essa di un bel nero corvino vellutato (mi fa impazzire, è stupendo!) era nata come prova in un angolo del giardino, dove la recinzione offre già due lati che fanno da contenitore. Ho voluto provare ad accantonare lì un pò di erba secca più qualche scarto verde, innaffiare una prima volta giusto come avvio e... lasciar fare a madre Natura, con il supporto dell'Autunno e dell'Umidità. 

Beh, devo dire che anche questa ha lavorato molto bene, oggi ho aggiunto anche qui un pò di foglie, mischiate bene in mezzo al nero, così le "contagia" e inizia a trasformare magicamente anche loro in pura fertilità. A primavera farò un sacco di regali in giro per tutto il giardino, cominciando dalle piantine che sono più sgarrupate e anzianotte, così si riprendono un pò.

 

ORTO A LASAGNA... un pò di mesi dopo

Avevate visto sul mio Canale You-tube i due mitici video in cui costruivo un mega orto a lasagna circolare? Ecco come risulta il tutto vari mesi più tardi:

orto a lasagna risultato

Anche qui un nero stupendo, che ci cascano dentro gli occhi a guardarlo... Visto da fuori sembrava che non fosse successo niente, e invece, basta spostare il fieno dei primi 2 cm (che prendendo il sole e restando asciutti non si compostano) e appena sotto... wow! un paradiso di fertilità, con lombrichi in festa, porcellini di terra che girano qua e là a loro agio, e tanti altri amici e colleghi dell'allegra compagnia.

Sono davvero contenta. 

In un posto dove il suolo è argilloso che diventa duro come pietra d'estate e asfissiante d'inverno perchè zuppo d'acqua, dove il colore è quasi bianco e il nutrimento dilavato via dalle pioggie, dove l'humus è andato a farsi friggere se mai fosse esistito in passato... ecco finalmente tornare la FERTILITA'. Se ce l''avessi, stenderei il tappeto rosso per festeggiare il suo arrivo.

Non vedo l'ora di regalare tutta questa ricchezza alla mia terra, perchè torni finalmente a prosperare e a riempirsi di vita.

 

Ma non fermiamoci qui!

Il compostaggio è una delle prime cose in cui buttarti subito quando decidi di risistemare un terreno.

Ma, la permacultura insegna, ci sono anche tante altre bellissime e interessantissime cose, come l'uso degli swales (se hai pendenza..) per bloccare il dilavamento dei terreni (che butta l'humus a valle quando piove) e immagazzinare l'acqua nel suolo anzichè perderla a valle, oppure l'uso delle piante azoto-fissatrici (che possono essere sia alberi che ortaggi che erbe...), o altri sistemi, che pian piano mi piacerebbe spiegare così che possano diffondersi a più persone possibili.

 

Se ti interessa questo argomento, lasciami la tua mail e iscriviti agli aggiornamenti,

ora che il Blog è on-line nella sua nuova veste, riprenderà anche la newsletter!
(interrotta per agosto-settempre-ottobre per via della manutenzione)

 

Ci sentiamo via mail!

Chiara

 

VUOI IMPARARE A FARE COMPOSTAGGIO?
CLICCA E GUARDA IL MIO CORSO!