• Progetto di potatura di un vecchio melo - (dettoChiaramente.it)

Progetto di potatura di un vecchio melo

 

Ho realizzato per voi questo video. In esso vi mostro un melo, abbandonato da anni e malato, che era di mio nonno e quest'anno inizierò a prendere in cura. 

Nel video vi condivido i pensieri e ragionamenti che riguardano la sua potatura, perchè la potatura non va solo fatta vedere ma, soprattutto, vanno spiegati i ragionamenti dentro la testa del potatore, così che anche gli altri possano ragionarci su a loro volta.

Nel pezzo iniziale prendo in esame la pianta e la sua struttura nel suo complesso, 
dopo di che passo ad analizzare ogni signolo ramo. 

 

MODIFICARE LA POSIZIONE DEI RAMI

Dopo aver realizzato il video, essendoci ancora troppo freddo e previsione di neve nei prossimi giorni, ho ritenuto di non intervenire. Non è bene infatti che la parte appena tagliata sia esposta al gelo prima di essere cicatrizzata. Per cui per rispettare l'albero e non danneggiarlo aspetterò una temperatura migliore per poter tagliare. E taglierò in più giorni successivi, così da non dare fastidio alla pianta in un solo giorno ma poco per volta.

Nel frattempo, inizio a sistemare i rami su cui si può effettuare una correzione,
quelli cioè che possono essere portati verso l'esterno per dargli più orizzontalità e meno verticalità, oppure sistemati con angoli migliori rispetto agli altri rami, per evitare intersezioni, sfregamenti, sovrapposizioni di ombra rispetto al sole. L'obiettivo è ottenere una chioma più aperta e ariosa possibile, perchè entri il sole a far maturare tutti i frutti in modo uguale, e perchè entri l'aria così da evitare umidità e sviluppo di parassiti.

Per modificare le posizioni dei rami, mi sono inventata questo sistema:

tiranti per alberi da frutta fatto con i bancali e corde

solitamente i rami vengono legati all'albero stesso, oppure a picchetti a terra, che però non avevo, e comunque facilmente non avrebbero tenuto. Mentre se utilizzate un bancale siete sicuri che è bello pesante, il vento non lo sposta nè si può sfilare da terra. Oltretutto, nessuno ci inciampa, perchè direi che è bello grosso per non vedere che c'è...

Se volete copiate l'idea, inoltre avendo varie assi offre varie possibilità di angolature diverse per l'aggancio dei tiranti.

Io l'ho trovato comodissimo.

Il melo invece non lo so, ho preferito non chiederglielo... :-D

 

Ciao e... buona potatura fruttosa a tutti!

Abbiate cura dei vostri alberi, non trascurateli,
vogliategli bene e saranno generosi con voi :-)

Chiara